Promozione Membrane Filtranti TFA

• Supporto filtrante con basso rumore di fondo, ideale per il campionamento di metalli pesanti ed IPA sulle frazioni PM10 e PM2,5
• Bassa perdita di carico essendo realizzato con microfibre ricoperte in PTFE
• Disponibile standard e con numerazione identificativa sequenziale
• Stabile anche nelle condizioni di campionamento più complesse in presenza di elevata concentrazione di particolato ed umidità

 

Promozione Membrane 2017

 

EN-12341:2014 nota applicativa

Nel paragrafo 5.1.4 della EN-12341:2014 sono rappresentati le quattro tipologie di membrane filtranti utilizzabili per il campionamento di polveri sottili PM10 e PM2,5. Una delle condizioni principali è legata all’efficienza di separazione per tipologia di materiale. Il valore richiesto è del 99,5% su di un livello dimensionale di particolato pari a 0,3m. Tutte le membrane proposte nel presente catalogo sono conformi a tale requisito. I materiali filtranti ammessi all’utilizzo per il campionamento sono: fibra di quarzo e fibra di vetro (purché esenti da leganti), PTFE e fibre sintetiche ricoperte di teflon. La presenza di leganti nei filtri in micro fibra, potrebbe interferire nel caso di analisi chimiche per Metalli ed
IPA. Nella normativa sono specificate le condizioni ed i test per verificarne l’integrità alla fine delle varie fasi di manipolazione, tra carico e scarico dalla cassetta, trasporto del campione in laboratorio e condizionamento con pesatura finale. In questo frangente, i filtri in micro fibra offrono delle criticità legate alla composizione stessa ed all’origine dei materiali. La migliore scelta a livello di integrità è nel PTFE, meglio se sostenuto con un anello rigido di tenuta. Il teflon però, a determinate condizioni ambientali, con forte presenza di umidità nell’aria, rischia di ostruirsi a
causa delle caratteristiche idrofobe insite nel materiale. Questo impaccamento potrebbe nel tempo compromettere la costanza del flusso di campionamento, regola fondamentale per un corretto utilizzo degli impattori. Le membrane in PTFE sono disponibili con anello di tenuta numerato singolarmente ed in sequenza. Questa opzione consente all’utilizzatore una migliore identificazione da campione a campione.
La soluzione ottimale per rapporto qualità, efficienza e resistenza meccanica, è dato dalle membrane in TFA, in micro fibra sintetica ricoperta con PTFE. Il PTFE funge come una sorta di legante evitando lo sbriciolamento del filtro durante le fasi di manipolazione e consentendo all’utilizzatore di avere un supporto ad elevata purezza con un basso rumore di fondo per la fase analitica. Questa membrana rispetta i requisiti di ritenzione previsti nella normativa ed è disponibile in formato standard o con la numerazione progressiva sul bordo per una migliore e semplice identificazione.
Il costo, confrontato con le membrane in PTFE standard è di circa un terzo inferiore.


DETTAGLIO STRUMENTO

 
OFFERTA LANCIO!

Membrane filtranti

*In conformità alla normativa ASTM D 2986-95A 0.3 μm (DOP) a 32 L/min/100 cm2



Ordinate oggi stesso contattandoci al nostro indirizzo di posta elettronica info@amsanalitica.com o chiamando lo 072126243.

Torna indietro